Libri

DVD

Newsletter

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter di Libreria dello Sport

Proseguendo accetti la nostra informativa sulla privacy e acconsenti di ricevere messaggi informativi, promozionali e newsletter.
TRIPLI INTERISMI

TRIPLI INTERISMI

SEVERGNINI BEPPE

160

13 X 20

Libri

2007

Disponibilità: Il prodotto è Esaurito, ti consigliamo di controllare saltuariamente il sito per verificare l’uscita di una eventuale nuova edizione

€13,00

Esaurito/Non in commercio

Mio figlio ed io siamo andati a prenderla dentro la cassapanca, dove l’avevamo chiusa cinque anni fa, il 5 maggio 2002: e l’abbiamo tirata fuori, più bella che mai.
La nostra bandiera a scacchi neroazzurra – con cui mamma, donna di poca fede, voleva farsi una gonna – adesso sta appesa al balcone. Niente trionfalismi: solo una piccola celebrazione privata.

L’avevo detto e scritto: dopo Interismi (2002) e Altri interismi (2003), sarei tornato sull’argomento solo se avessimo vinto lo scudetto sul campo (l’altro, sia chiaro, è gradito: ma, per il patto col destino, non conta). Ora lo scudetto è arrivato. Il quindicesimo. Magnifico, in quanto lungamente atteso. E strameritato: l’ammettono perfino gli avversari, compresi gli juventini che capiscono di calcio qualcuno ce n’è), felici d’esser rimasti a distanza di sicurezza dallo schiacciasassi neroazzurro. I cugini rossoneri hanno voluto osare, e sappiamo com’è andata.

Sono orgoglioso di Interismi e Altri interismi. Senza quei due libri, Tripli interismi! non l’avrei scritto. Mi sarebbe sembrato di saltare sul carro del vincitore (sport molto italiano). Invece quel carro ho dovuto spingerlo, in questi anni, insieme a voi. Adesso abbiamo il diritto di festeggiare. Se l’Inter è una forma di allenamento alla vita, siamo allenatissimi: salteremo di gioia senza stancarci.

Cos’altro dire? Cinque anni dopo, il cerchio si chiude. Come si chiude questa trilogia neroazzurra: non ci sarà un altro Interismi. L’Inter è un amore difficile, non un prodotto in serie. Un abbraccio, dunque, e complimenti a tutti: ce l’abbiamo fatta. Speriamo che la nostra squadra, e il calcio tutto, usino la testa, e siano sempre all’altezza del nostro cuore.