Libri

DVD

Newsletter

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter di Libreria dello Sport

Proseguendo accetti la nostra informativa sulla privacy e acconsenti di ricevere messaggi informativi, promozionali e newsletter.
TEDESCO VOLANTE E LA LEGGENDA FERRARI

TEDESCO VOLANTE E LA LEGGENDA FERRARI

DAL MONTE LUCA

189

14 X 21

Libri

2004

Disponibilità: Il prodotto è Esaurito, ti consigliamo di controllare saltuariamente il sito per verificare l’uscita di una eventuale nuova edizione

€13,50

Esaurito/Non in commercio

Dal Drake a Montezemolo, cinquant'anni di Cavallino

Se la Ferrari di Enzo Ferrari è stata ineguagliabile per quello che ha saputo costruire in termini di vittorie e di prestigio a livello planetario, per aver trasformato un'azienda della migliore provincia italiana in un'icona del lavoro e del successo del nostro Paese nel mondo, la Ferrari di Luca Cordero di Montezemolo, di Schumacher e di Todt è unica nell'aver saputo costruire il proprio immenso successo su di una base che avrebbe schiacciato chiunque. Arrivato a Maranello nel periodo buio successivo alla scomparsa di Enzo Ferrari, Montezemolo scelse a uno a uno i propri generali. Il primo a credere in lui e nel suo progetto fu Jean Todt, l'asse attorno al quale sarebbe ruotato il futuro "Wonder Team". Per poi arruolare l'uomo fondamentale, che avrebbe completato la squadra e dato un senso a tutto il lavoro di preparazione. Montezemolo scelse un tedesco che al momento lasciava gli italiani indifferenti, e anche questa fu una scelta coraggiosa. Il resto è storia: undici titoli mondiali in sei anni, un dominio incontrastato, assoluto, perentorio, impietoso per chi, non standoci a perdere, ha addirittura fatto in modo che la Federazione Internazionale dell'Automobile arrivasse a cambiare i regolamenti per cercare di frenare la Ferrari. Questa è la storia delle due Ferrari che formano un insieme. Quella inimitabile di Enzo Ferrari che ha costruito la leggenda. E quella imbattibile di Montezemolo e di Schumacher che, dandole nuova linfa, ha riproposto in chiave moderna la leggenda del Cavallino rampante.