Libri

DVD

Newsletter

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter di Libreria dello Sport

Proseguendo accetti la nostra informativa sulla privacy e acconsenti di ricevere messaggi informativi, promozionali e newsletter.
ULTIMO VOLO DELL`ANGELO BIONDO

ULTIMO VOLO DELL`ANGELO BIONDO

BACCI ANDREA

136

14 X 23

Libri

2006

Disponibilità: Il prodotto è Esaurito, ti consigliamo di controllare saltuariamente il sito per verificare l’uscita di una eventuale nuova edizione

€13,50

Esaurito/Non in commercio

Angelo Jacopucci è un pugile particolare: non ha mezzi eccelsi, non è un fuoriclasse. Non è Nino Benvenuti, solo per fare un nome. Si parla di lui, nell'ambiente, come di un pavido, di un pauroso, di un pugile simpatico ma senza cuore e temperamento. Non è vero. Jacopucci è un buon pugile, che combatte semplicemente in maniera congeniale al suo modo di essere: colpisce e scappa via.
I detrattori gliene fanno una colpa, mentre è un modo di combattere estremamente redditizio che ha permesso a Jacopucci di arrivare a quasi 40 incontri professionistici vincendo un titolo europeo dei Pesi medi e, soprattutto, con il viso e il fisico integro, non segnato dai colpi. A Jacopucci piace parlare e far parlare di sé: ha appreso appieno la lezione di Muhammad Ali, che aveva dato vita a un nuovo tipo di pugile, sbruffone e generoso, coraggioso e pronto a pagare in prima persona le proprie parole e i propri comportamenti.
Quel 19 luglio 1978 Jacopucci deve incontrare per il titolo europeo dei Pesi medi, a Bellaria, l'inglese Alan Minter. Minter è un campione, è un combattente, è uno che annichilisce e distrugge i suoi avversari. Una brutta bestia. Jacopucci ha cambiato da poco manager e allenatore, è cambiato anche lui. Pensa di farcela, contro tutto e contro tutti. Non sa che il destino ha in serbo per lui qualcos'altro.