Libri

DVD

Libro del Giorno

Newsletter

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter di Libreria dello Sport

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
CORPO E LA SUA ARTE

CORPO E LA SUA ARTE

FRASCA ROSELLA

222

14 X 21

Libri

2006

Disponibilità: Il prodotto è Esaurito, ti consigliamo di controllare saltuariamente il sito per verificare l’uscita di una eventuale nuova edizione

€15,00

Esaurito/Non in commercio

Momenti e paradigmi di storia delle attività motorie da Omero a P. de Coubertin

Quando i termini ginnastica, atletismo, educazione fisica, sport acquisiscono una loro mas- 16 sa concettuale e pregnanza propria all’interno di un discorso cronologico e culturale che tenga conto dell’eziologia, delle finalità, delle valenze e dello sviluppo di specifiche attività fisiche? Quale incidenza hanno avuto le attività motorie nella costruzione di sistemi simbolici di rappresentazione e codificazione della differenza di genere? Sono gli eroi omerici che per primi, nella cultura occidentale, iniziano ad attribuire scopi ideologici all’istintivo e brutale agonismo, gettando le basi per la sua evoluzione in elemento civilizzante e regolatore delle forme di relazione e comunicazione sociale; sarà P. de Coubertin, fondatore storico e simbolo dell’Olimpismo moderno, a teorizzare e realizzare le espressioni del corpo come strumento pedagogico planetario. Passando attraverso excursus nella storia intermedia, che dalla paidèia classica, l’antica Roma, oltre il Medioevo e il Rinascimento, giunge all’età moderna, il volume guida a una lettura, sostenuta da un marcato rigore filologico, di quegli elementi di continuità che hanno avuto incidenza nella mentalità e nei comportamenti collettivi in questo amplissimo arco di tempo, costituendone un tenace, non di rado controverso e contraddittorio filo rosso pedagogico. Tra essi: la socializzazione e la ritualizzazione dell’evento ludico-agonistico; il sentimento d’appartenenza; l’enfatizzazione dell’‘arte del corpo’ per la definizione di un modello agonistico; l’appropriazione massiva da parte dei media della performance atletica e la creazione di una sorta di un linguaggio metapolitico.

Ti suggeriamo di guardare anche i seguenti articoli