Libri

DVD

Newsletter

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter di Libreria dello Sport

Proseguendo accetti la nostra informativa sulla privacy e acconsenti di ricevere messaggi informativi, promozionali e newsletter.
GRANDE GUERRA NEL PALLONE

GRANDE GUERRA NEL PALLONE

FERRARI ENZO

174

15 x 21

Libri

2018

Disponibilità: Limitata

€15,00 €14,25

Risparmi € 0,75 (- 5%)

Compra

Ciccione Ferraris Picco. Gli stadi di Calcio della Liguria.

In ogni paese o città d'Italia non mancano i ricordi della Grande Guerra: lapidi, monumenti, targhe, parchi o viali della rimembranza.

Simboli che rimandano ad altri luoghi, ad altre città o montagne diventati famosi per quegli anni di conflitto: Caporetto, Gorizia, Asiago, Cividale, Ortigara, Pasubio, Admello, Cauriol, Monte Nero.

Per tre anni e tre durissimi inverni due eserciti si confrontarono per conquistare o difendere pochi metri di terreno. Combatterono per pezzi di roccia, per vette vertiginose e ghiacciate, ma anche per altopiani brulli e ondulati, caldi in estate, e battuti dal gelido vento invernale, con pietre ribelli alla vanga ed al piccone, ove era arduo costruire trincee.

Tra i milioni di giovani contadini, montanari, manovali, operai, studenti, artisti, intellettuali, si contano anche molti sportivi, ciclisti, nuotatori, pugili, podisti, lottatori e calciatori.

Il football era ancora ai primordi, ma non per questo era poco seguito.

Giocatori di tante squadre andarono volontariamente in guerra, sfidando la sorte.

Alcuni tornarono, altri perirono o rimasero invalidi.

Quanti di costoro saranno poi ricordati nei monumenti e a quanti, soprattutto, sarà intitolato uno stadio?

Il libro affronta l'argomento partendo dalla Liguria (Ciccione Imperia; Ferraris Genova ; Picco La Spezia) per poi allargare lo sguardo all'Italia intera contribuendo alla comprensione del fenomeno (in allegato la mappa della penisola con gli Stadi intitolati a giocatori deceduti durante la Grande Guerra o Stadi intitolati a personaggi o eventi legati alla Grande Guerra).

Stadi, come descritto in cartografia, dedicati a giocatori morti in guerra, stadi del Littorio e non ultimo il lungo elenco dei calciatori italiani periti al fronte e in qualche ospedale per malattie o per le ferite.

Un particolare tassello storico, sociale e sportivo in un momento cruciale della storia italiana.