Libri

DVD

Libro del Giorno

Newsletter

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter di Libreria dello Sport

Proseguendo accetti la nostra informativa sulla privacy e acconsenti di ricevere messaggi informativi, promozionali e newsletter.
GIOVANNI BRUNERO - IL CICLISMO DELLE STRADE BIANCHE + DVD

GIOVANNI BRUNERO - IL CICLISMO DELLE STRADE BIANCHE + DVD

DELFINO CARLO

152 + DVD

19,5 X 28

Libri

2008

Disponibilità: Il prodotto è Esaurito, ti consigliamo di controllare saltuariamente il sito per verificare l’uscita di una eventuale nuova edizione

€30,00

Esaurito/Non in commercio

Il ciclismo delle strade bianche

Quando sotto le ruote dei corridori passavano solo sassi, polvere e fango, le corse ciclistiche erano avventure inimmaginabili al giorno d'oggi, epiche traversate di centinaia di chilometri in cui si affrontavano grandi campioni che sapevano accendere la fantasia popolare. Tra di loro uno scalatore piemontese, Giovanni Brunero, cresciuto nel mito delle imprese di Giovanni Gerbi, il Diavolo Rosso. Brunero è uno dei massimi campioni del ciclismo eroico degli anni Venti, anche se per il suo carattere schivo non ha acquisito quella popolarità che avrebbe meritato. Nel suo palmares figurano infatti tre Giri d'Italia, due Giri di Lombardia, la Milano-Sanremo, il Giro del Piemonte e dell'Emilia. Vittorie che spesso arrivavano dopo lunghe fughe, ad esaltare le sue innate doti di scalatore e la grande resistenza al fondo, e a rimarcare la cronica debolezza negli arrivi allo sprint. Vittorie di prestigio quelle ottenute da Brunero, in un'epoca che deve condividere con i primi Campionissimi della storia del ciclismo: Costante Girardengo e Alfredo Binda. Brunero li affronta, riesce talvolta a batterli, e poi si trova a fare da gregario a Binda nella mitica Legnano, la squadra con cui corre quasi tutta la carriera. Per la prima volta la vita e la carriera di Giovanni Brunero, l'umile routier di Ciriè, viene presentata in un libro che ne ripercorre la vicenda con una minuzie di particolari sorprendente, con un apparato fotografico di grande pregio e con allegato DVD con il filmato della Milano-Sanremo del 1922, quella vinta da Brunero davanti a Girardengo. Tra i racconti delle gare emergono momenti drammatici come la partenza per il fronte durante la Grande Guerra e la prematura scomparsa dei genitori, ma anche l'avvio di un'attività imprenditoriale ancora florida, l'attenta guida del direttore sportivo Eberardo Pavesi, figura fondamentale per Brunero. E poi, a carriera appena conclusa, i primi sintomi della malattia che lo porterà in poco tempo alla morte.