Libri

DVD

Newsletter

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter di Libreria dello Sport

Proseguendo accetti la nostra informativa sulla privacy e acconsenti di ricevere messaggi informativi, promozionali e newsletter.
DIVINA - SUZANNE LENGLEN -  ED. ECON.

DIVINA - SUZANNE LENGLEN - ED. ECON.

CLERICI GIANNI

400

12 x 17

Libri

2010

Disponibilità: Il prodotto è Esaurito, ti consigliamo di controllare saltuariamente il sito per verificare l’uscita di una eventuale nuova edizione

€10,00

Esaurito/Non in commercio

Suzanne Lenglen è il simbolo di un periodo storico e di uno sport.
Affermatasi alla soglia della Prima guerra  mondiale morirà alla vigilia della Seconda. Fu campionessa senza avversari e imbattuta da 1919 al 1926. Nel periodo tra le due guerre, mentre il tennis cessava di essere un divertimento aristocratico di dilettanti ricchi, e spesso snob, un gioco che le dame affrontavano con le mani ricoperte di guanti bianchi e impacciate da lunghe gonne, Suzanne Lenglen fu la prima ad allenarsi come un uomo. A lei è stato di recente intitolato il nuovo Campo Centrale dello Stadio Roland Garros, sede degli Internazionali di Francia. Il grande “Scriba” Gianni Clerici racconta la vicenda di colei che rivoluzionò un’epoca semplicemente danzando con una racchetta in mano sull’erba e la terra di un campo da gioco.

Gianni Clerici è nato a Como nel 1930. È tennista, giornalista e scrittore, tra i maggiori esperti di tennis del mondo. Inviato de “la Repubblica”, è autore della bibbia mondiale sul tennis, 500 anni di tennis, tradotto in tutto il mondo. Nel corso della sua attività agonistica, Clerici ha vinto numerosi titoli e tornei e partecipato a Wimbledon e Roland Garros. La carriera giornalistica di Clerici è iniziata nel 1956, come reporter e editorialista della redazione de “Il Giorno” a Milano. Ha scritto più di 6000 articoli sportivi ed è uno dei commentatori tecnici italiani più importanti. Nel 1987 ha vinto il “Premio Vallecorsi” come miglior giornalista italiano dell’anno, e nel 1992 il premio “Penna d’Oro” come miglior editorialista italiano. Come scrittore con la raccolta di racconti Zoo ha vinto il Premio Grinzane Cavour 2006.