Libri

DVD

Newsletter

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter di Libreria dello Sport

Proseguendo accetti la nostra informativa sulla privacy e acconsenti di ricevere messaggi informativi, promozionali e newsletter.
DIDATTICA DEL MOVIMENTO PER LA SCUOLA DELL`INFANZIA

DIDATTICA DEL MOVIMENTO PER LA SCUOLA DELL`INFANZIA

MONDONI MAURIZIO

248

17 x 24

Libri

2015

Disponibilità: 1-2 copie disponibili

€25,00 €23,75

Risparmi € 1,25 (- 5%)

Compra

La speranza di oggi è che la scuola possa offrire ai bambini un’alternativa allo stress, alla televisione, al computer, allo smartphone o al tablet, creando al suo interno un ambiente stimolante, che valorizzi il movimento, la comunicazione, l’interazione e la collaborazione, il bisogno di fare e di conoscere. Ed è proprio nella Scuola dell’Infanzia che si sviluppano gli apprendimenti più significativi per la strutturazione dei prerequisiti motori: a questo livello dovrà quindi iniziare l’alfabetizzazione motoria del bambino.

Questo testo si propone quindi come strumento nelle mani degli insegnanti per una didattica attiva e coinvolgente, che riesce a far vivere al bambino esperienze significative per la costruzione del sé e per “un fare che stimola il sapere”. I suoi tre capitoli si strutturano seguendo le linee-guida delle “Nuove Indicazioni Nazionali” e riprendendo alcuni nodi cardine degli Orientamenti. Nel primo capitolo vengono illustrate alcune proposte operative per favorire il passaggio dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Primaria, con  una sintesi ragionata sui traguardi di competenza e spunti per una didattica attiva con gli EAS e la valutazione per competenze.

Il secondo capitolo è dedicato all’accrescimento corporeo, allo sviluppo psichico, cognitivo, affettivo e sociale del bambino, al movimento e al gioco visti come elementi necessari alla crescita e alla relazione di gruppo. Si tratta anche di prerequisiti motori, trasversalità, valutazione e percorsi didattici di prevenzione dei Disturbi Specifici di Apprendimento. Nel terzo capitolo è dato ampio spazio alla costruzione di mappe, alla realizzazionedi unità di apprendimento, al recupero di filastrocche e giochi della tradizione popolare, all’ideazione di laboratori e di grandi giochi, finalizzati all’affinamento delle capacità senso-percettive e degli schemi motori di base e posturali.